About Kattiveria Crew

lakattiveria

La Kattiveria nasce nel 2000 a Reggio Emilia da varie esperienze musicali precedenti. Tra queste la maggiore e’ quella dei Kattiveria Posse (Murubutu, Depy Mc, Muraca, Mastrosuono Dj), primo gruppo hip-hop della città, caratterizzato da testi fortemente politicizzati e noto per le proprie esibizioni teatral-musicali e per successi ottenuti in diversi concorsi musicali regionali. Kattiveria Posse produrrà un demotape (Nati in Kattività, 1993) e conclude la propia attività con il buon riscontro dell’ album “Scellerati nella prassi ” (1998).

Il 2000 e’ un periodo di grande ridefinizione della line up (l’uscita di Mastrosuono e Depy Mc e l’ingresso di Dj Gamon, U.G.O., Il Tenente e successivamente Dj Caster) e dell’ identità artistica del gruppo che attraverso le nuove risorse  si concentra su un approfondito studio dello stile di scrittura e su un intenso ascolto del rap d’oltreoceano (sopratutto Beanie Sigel, Lord Have Mercy, Wu Tang, Red & Meth, Busta Rhymes, Tony Touch ecc…).

Nel 2001 viene prodotto e distribuito l’album demo de Il Tenente & El Propheta, due componenti della crew, che realizzano un EP intitolato “Feticisti del triangolo” con interventi degli altri membri.

Nel 2006 La Kattiveria, composta da Murubutu, U.G.O, Il Tenente, Yanez Muraca e DJ Gamon, sente di poter concretizzare i risultati del propio tragitto autoproducendo l’album “Dove vola l’avvoltoio”. 16 tracce in cui fa confluire la propia evoluzione umana ed artistica sia nelle produzioni che negli studi attorno le tecniche di scrittura. I contenuti dell’album sono forse l’aspetto che caratterizza di più il progetto rispetto ad un prodotto medio hip-hop italiano: numerosi sono i riferimenti sia alla letteratura che alla saggistica. L’intento è trattare argomentazioni culturali di interesse collettivo non solo per intrattenere e stimolare, ma con finalità propiamente didattiche. Nel lavoro figurano le partecipazioni del bluesman Jhonny La Rosa, i gruppi hip-hop reggiani Babele Hot Line e Placenta Zero e dei DJ Beatmaker Mastrosuono e Dj Caster. L’album trova un buon riscontro di pubblico e critica, ottenendo buone recensioni su vari siti (moodmagazine.orghiphoponstage.orgdeeepemilia.comessemanagement.com e dcp2001.it) e cartacei (Rumore, Basement, Hip Hop Magazine) e permettendo a La Kattiveria di realizzare numerosi live al fianco di artisti come Kaos, Colle Der Fomento, Assalti Frontali, Frankie Hi Nrg, Microspasmi ecc…

Nel 2008 viene pubblicato il bootleg  “Sillabum Deliriorum” che raccoglie pezzi inediti e remix.

Ad oggi La Kattiveria, composta da Murubutu, Il tenente, U.G.O., Yanez Muraca e Dj Caster, si presenta come un laboratorio di ricerca del rapporto fra musica rap e letteratura. Profondamente convinti della fecondità di questo connubio, il gruppo ne esplora  varie declinazioni: rap e narrativa (Murubutu), rap e vernacolo (Il tenente), rap e letteratura potenziale (U.G.O.).

 

 

Tra le attività parallele della crew:

l’organizzazione di eventi presso il propio locale di riferimento circolo Arci “Maffia” (maffia.it) in R.E. tra cui

Il varietà poliartistico “Funkestein Café” con lo sviluppo di uno Slam Poetry Contest e l’intervento di scrittori, danzatori, cantautori, attori ed mc’s.

Numerosi live Hip-Hop di spessore nazionale e internazionale (tra quelli realizzati DJ Shadow, DJ Krush, Wu Tang Clan, Blackalicious, Sangue Misto, DJ Jazzy Jeff).

Contest di freestyle (il locale ospita per l’inverno l’evento Tecniche Perfette).

Il corso seminario gratuito “Hip Hop Academy”, indirizzato ai ragazzi dai 15 ai 20, prevede l’approfondimento della cultura Hip Hop sviscerata nelle quattro discipline (Mcing, Turntablism, Writing, Bboyng).

L’attività educativa come “informatori sulla cultura Hip Hop presso i G.E.T. (gruppi educativi territoriali, ossia centri di svago per minorenni stranieri o in situazione di disagio) e diversi istituti scolastici di Reggio Emilia.

L’attività giornalistica di Murubutu come recensore musicale di prodotti Hip Hop sul sito www.makesomenoise.it.