La Kattiveria Presenta

Murubutu
  • Murubutu
  • Murubutu
  • Murubutu
  • Murubutu
  • Murubutu
  • Murubutu
  • Murubutu
  • Murubutu

Murubutu si avvicina all’hip hop all’inizio degli anni ’90 dapprima come breaker, skater e writer, poi successivamente come MC. Nel 1991 fonda il primo gruppo hip hop di Reggio Emilia: Kattiveria Posse. In seguito ad una ridefinizione della composizione del gruppo e della sua identità culturale dal 2000 comincia lavorare con i propri soci ad un rap di diversa concezione rispetto a quello più diffuso ora nel mainstream ora nell’underground. L’intento è fare del rap un mezzo espressivo per trasmettere contenuti di ordine culturale senza perdere l’attenzione verso la cura stilistica. Il risultato è un nuovo sottogenere musicale: il rap didattico, concretizzato nel 2006 dall’uscita dell’album “Dove vola l’avvoltoio”. Sulla scorta della contaminazione fra rap, narrativa e saggistica Murubutu intraprende nel 2009 un progetto solista, interamente dedicato allo storytelling, in cui sonorità hip hop classiche fanno da tappeto a testi con una forte curvatura cantautorale e accenti poetici. Nel 2011 Murubutu vince il secondo premio al Concorso Nazionale per cantastorie “G.Daffini” con il brano “Anna e Marzio”. L’attività musicale ufficiale di Murubutu fino ad oggi è rappresentata da una  trilogia di album distribuiti dall’etichetta bolognese Irma/Mandibola records: “Il giovane Mariani e altri racconti”(2009), “La bellissima Giulietta e il suo povero padre grafomane(2011) e “Gli ammutinati del Bouncin’, ovvero mirabolanti avventure di uomini e mari”( 2014, proposto in anteprima streaming sul sito di la Repubblica XL).  Nella discografia di Murubutu figurano anche alcuni mixtape: “Il giovanile Mariani e altri rap core tricks”(2010), “Reliqvarivm” (con La Kattiveria, 2013) ed un nuovo prodotto in arrivo per l’estate 2015.